Thailandia

Benvenuto in Thailandia!

Thailandia è sinonimo di vacanza, grazie alle sue vivaci città e alle magnifiche spiagge dorate.

E’ notoriamente un paese ospitale, “Il Paese del sorriso”!

Bangkok è una città piena di vita, gremita di auto e rumorosi tuk tuk; lungo i marciapiedi bancarelle di cibo e santuari carichi di fiori freschi.

Kanchanaburi, a nord della capitale, offre possibilità di escursioni con le sue montagne, fiumi, siti con reperti della seconda guerra mondiale, compreso il famoso Ponte sul Fiume Kwait. Da non perdere anche Ayutthaya, antica capitale del Siam, con le sue preziose rovine di templi e palazzi.

Il centro e sud del Paese sono famosi per le magnifiche spiagge e il mare cristallino:

dalle più rinomate Phuket e Koh Samui, con hotel di classe, lussuose boutiques e eleganti ristoranti, alle meno conosciute isole nel Mare delle Andamane, che insieme alla zona costiera di Krabi, ricca di scogliere e pinnacoli calcarei, offrono infinite opportunità di fare snorkelling, diving e arrampicate.

Nel nord del Paese, circondata da colline, Chiang Mai, testimonia l’eredità Lanna, attraverso l’architettura, la cucina e il fiorente artigianato.

Fulcro culturale del Paese con i suoi intagliatori di legno, tessitori di magnifiche sete e artisti di vario genere.

Sua vicina più tranquilla, Chiang Rai rappresenta la base ideale per escursioni alla scoperta di etnie minori, nei remoti villaggi del nord.

Non lontano da qui, il famoso Triangolo D’oro, antica zona di confine, famosa per la produzione di oppio.

Dai un’occhiata!!

Mappa

Le zone centrali e settentrionali del paese presentano generalmente tre stagioni diverse: fresca/secca, calda e la stagione delle piogge.

Durante la stagione fresca, da novenbre a febbraio, è possibile avere temperature tiepide con notti più fredde, soprattutto al nord e nelle pianure del nord-est.

A partire da Febbraio, con culmine da Marzo a Maggio, inizia la stagione calda, con pochissime piogge e temperature molto elevate.

La stagione delle piogge, da giugno a ottobre, è caratterizzata da forti temporali pomeridiani, soprattutto nelle zone del nord e nelle isole orientali, nel golfo del Siam.

Le province meridionali, più conosciute per le loro bellissime isole, hanno generalmente due stagioni, con sostanziali differenze tra est e ovest.

Nella zona occidentale, nelle aree di Krabi e Phuket, la stagione delle piogge va da aprile ad ottobre, con temporali pomeridiani e notturni, mentre la stagione secca va da novembre a marzo.

Mentre nel Golfo della Thailandia, con le bellissime isole di Koh Samui e Koh Phangnan, le piogge sono prevalentemente del periodo tra settembre e dicembre, mentre la stagione secca va da gennaio ad agosto.

Il miglior periodo per visitare entranbe le zone del paese va da novembre a febbraio, quando la temperatura è piu fresca e le piogge quasi assenti.

Ma se sopportate il caldo, da non perdere è il capodanno buddista Theravada, nel mese di Aprile, prima dell’inizio della stagione delle piogge, con festeggiamenti caratteristici.

La stagione delle piogge è invece un periodo sicuramente più economico meno affollato, per visitare il paese, considerando anche il fatto che le piogge pomeridiane hanno comunque breve durata.

Abiti leggeri adatti al clima tropicale, ma anche numerosi indumenti intimi e calze di ricambio. Scarpe da passeggio per tutte le avventure, come visite ai templi o trekking nella giungla.
Da tenere presente che molti luoghi sacri richiedono abiti che coprano spalle e ginocchia. Un maglione leggero o una giacca sono consigliabili anche per i trasporti con aria condizionata.

Nella cultura thailandese è sconveniente mostrare troppe emozioni, quindi evitare di perdere la calma per problemi e ritardi.
Ai monaci non è permesso di toccare le donne, quindi consigliamo alle signore di non porgere loro nulla nulla o sedersi accanto a lui.
La forma tradizionale di saluto è con le mani giunte, simile a una preghiera, ma la stretta di mano viene eseguita più frequentemente oggi.
Mai toccare intenzionalmente la testa di nessuno perché è considerata una parte particolarmente sacra del corpo e di conseguenza, i piedi sono letteralmente la parte più bassa del corpo,
quindi non puntare i piedi a nessuno o tantomeno all’immagine del Buddha.
E’ obbligatorio togliere le scarpe prima di entrare in un tempio o in una casa privata.
In generale, puntare con il dito indice è considerato maleducato, quindi consigliamo di chiamare per nome o quantomeno con tutta la mano.
È educato chiedere il permesso prima di scattare fotografie. Attenzione alle aree che hanno (o potrebbero avere) importanza militare come gli aeroporti, dove è proibita ogni fotografia.

Per aggiornamenti in tempo reale circa situazione metereologica, sicurezza o per informazioni dettagliate sull’eventuale visto richiesto                            http://www.viaggiaresicuri.it/paesi/dettaglio/thailandia.html?no_cache=1

Tipiche guest house o pernotamento presso famiglie locali, hotel di ogni categoria o resort di lusso.
Qualsiasi sia la vostra idea di vacanza, noi troveremo la soluzione più adatta alle vostre esigenze.

Emozioni in Thailandia

Condividi su: